Cronaca

Riapre l'ex call-center Qé, al via i colloqui per 50 dipendenti licenziati

La nuova struttura si chiama Netith ed ha bandito 50 posti di lavoro. A darne notizia i sindacalisti Valentina Borzì e Giovanni Arcidiacono (Slc Cgil) e Anna Orifici (Fistel Cisl)

Dopo la chiusura ed i licenziamenti riapre l'ormai celebre ex call center Qé di Paternò. La struttura che da adesso si chiama Netith, sta assumendo una prima trance di 50 ex dipendenti Qé con una commessa Inps, ma si prospettano altre assunzioni con una nuova commessa Enel. Ad essere assunti saranno operatori inbound che per Inps si occupano di assistenza, e non dipedenti del reparto vendita. 

A darne notizia sono i sindacalisti Valentina Borzì e Giovanni Arcidiacono (Slc Cgil) e Anna Orifici (Fistel Cisl). "Sono passati quasi due anni da quando è iniziata la lunga battaglia degli ex lavoratori del call center Qè - scrivono - Abbiamo organizzato di tutto per difendere il nostro posto di lavoro: manifestazioni, sit in, flash mob, sino all'occupazione del Comune di Paternò".

"Alla fine la nostra battaglia in parte l'abbiamo vinta. Da domani, infatti, inizieranno i colloqui per tutti gli ex dipendenti Inps. I posti di lavoro al momento per la commessa Inps sono 48/50. È un buon inizio e fa ben sperare". "Ci auguriamo che anche per la commessa Enel si concluda quanto prima l'iter - concludono -  in modo da incrementare i posti di lavoro. Buon colloquio a tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre l'ex call-center Qé, al via i colloqui per 50 dipendenti licenziati

CataniaToday è in caricamento