Cronaca

Proseguono le ricerche del motopesca catanese scomparso, si cerca il comandante

Le ricerche non si sono fermate nemmeno nella notte, quando un'ulteriore motovedetta di Pozzallo ha raggiunto l'area per contribuire alle ricerche

Proseguono a ritmo serrato le ricerche del peschereccio affondato ieri a largo di Portopalo di Capopassero, a circa 7 miglia dalla costa. Due marittimi sono riusciti a salvarsi aggrappandosi a delle tavole di legno, mentre non c'è traccia del comandante, Costanzo Giovanni, catanese. La sala operativa della capitaneria di porto di Siracusa, che ha subito assunto il coordinamento, ha messo in campo tutti i mezzi disponibili.

In mare, dagli istanti immediatamente successivi alla ricezione della notizia, due motovedette SAR ed un elicottero del 2° nucleo aereo guardia costiera di Catania. Ad ognuno dei mezzi sono stati affidati un’area ed uno schema di ricerca a copertura di un vasto specchio acqueo. Preziose le informazioni raccolte dalla marineria locale circa la predominanza di venti e correnti in quella zona di mare, dove notoriamente si generano correnti con moti variabili.

Nel pomeriggio di ieri è decollato anche un aereo del 2° nucleo di Catania che, grazie alla maggiore autonomia, ha potuto pattugliare una vasta area. Le ricerche non si sono fermate nemmeno nella notte, quando un’ulteriore motovedetta di Pozzallo ha raggiunto l’area per dare un ulteriore contributo. Dalle prime luci dell’alba sono in mare due motovedette ed un aereo della guardia costiera. Il motopesca si è probabilmente inabissato su un fondale che in quel tratto di mare varia tra i 50 ed i 60 metri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proseguono le ricerche del motopesca catanese scomparso, si cerca il comandante

CataniaToday è in caricamento