Edilizia scolastica

Infiltrazioni d'acqua nelle aule dopo il maltempo, gli studenti del Galilei tornano alla normalità

Da ieri la situazione è tornata alla normalità e gli studenti delle nove classi dell’Istituto hanno ripreso a seguire le lezioni nelle proprie aule, tornate agibili dopo la conclusione dei lavori disposti dalla Città metropolitana di Catania

Risolte dopo circa sei mesi le criticità al secondo piano dell’edificio del liceo Scientifico "Galileo Galilei", sorte per le infiltrazioni d’acqua causate dalle piogge battenti dello scorso autunno e che avevano interessato principalmente il tetto dei corridoi e delle classi. Da ieri la situazione è tornata alla normalità e gli studenti di nove classi dell’Istituto hanno ripreso a seguire le lezioni nelle proprie aule, tornate agibili dopo la conclusione dei lavori disposti dalla Città metropolitana di Catania.

Lo scorso dicembre, infatti, il secondo piano del plesso della sede centrale ha subito delle gravissime infiltrazioni d’acqua nelle aule sottostanti a causa di mancati interventi manutentivi. Problemi che hanno spinto il preside del Galilei, preoccupato per eventuali gravi conseguenze, a chiedere un’ispezione dei vigili fuoco, che intervenuta ha prontamente disposto la chiusura dell’area.

“Tutta la comunità del Galilei – spiega il preside dell’Istituto, Emanuele Rapisarda - si è mosso e siamo riusciti a pressare la città metropolitana affinchè appaltasse tempestivamente i lavori. E devo dire, che contro ogni rosea aspettativa, intorno al mese di febbraio i massimi dirigenti dell’Ente, hanno comunicato che, grazie a fondi di riserva della Città metropolitana, avrebbero fatto subito la gara d’appalto per assegnare i lavori, con l’intenzione di terminare le opere di manutenzione entro la fine dell’anno scolastico”.

E così è stato. A marzo, a dispetto dei noti problemi di lungaggini burocratiche che spesso soffocano le opere di ristrutturazione, è stata indetta ed eseguita la gara di appalto. L’impresa Fresta, aggiudicataria del bando, in poco più di mese ha eseguito e completato i lavori di messa in sicurezza degli edifici, riconsegnando le aule agli studenti, nel frattempo sistemati, per permettere la regolare frequenza delle lezioni, a rotazione nei laboratori. I lavori sono consistiti nella sostituzione nella terrazza della vecchia guaina in cattivo stato con una nuova guaina molto più resistente alle alte e alle basse temperature e nel ripristino delle parti danneggiate dei soffitti delle aule, bagni e corridoi sottostanti alla terrazza.

L’ingegnere Giuseppe Galizia, direttore generale della città metropolitana di Catania, Francesco Nicosia, ingegnere capo dell’ufficio tecnico della città metropolitana di Catania e il geometra Roberto Dinolfo, responsabile unico di progetto e direttore dei lavori nei giorni scorsi ha così comunicato al dirigente della scuola la conclusione dei lavori e la verifica della loro corretta esecuzione. All’appello mancano ancora tre aule, quelle più danneggiate dal maltempo, che saranno pronte, assicurano dall’Ente, nelle prossime settimane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infiltrazioni d'acqua nelle aule dopo il maltempo, gli studenti del Galilei tornano alla normalità
CataniaToday è in caricamento