rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca

Il consiglio comunale approva la mozione contro lo spreco alimentare: tasse ridotte per chi dona

L’atto di indirizzo propone di riconoscere le riduzioni del 5-6% della tariffa tari, o sino a un massimo del 20%, della parte variabile della stessa tari o di altri tributi comunali, ai soggetti della grande ristorazione o della grande distribuzione che devolvono le eccedenze alimentari ad enti no profit o a soggetti che operano nel sociale

E' stata discussa e approvata all'unanimità dal Consiglio Comunale di Catania, nella seduta di mercoledì sera, la mozione contro lo spreco alimentare : primo firmatario il consigliere Alessandro Campisi (Grande Catania). L’atto di indirizzo propone all'amministrazione comunale di Catania di riconoscere le riduzioni del 5-6% della tariffa tari, o sino a un massimo del 20%, della parte variabile della stessa tari o di altri tributi comunali, ai soggetti della grande ristorazione o della grande distribuzione che cedono e devolvono le eccedenze alimentari ad enti no profit o a soggetti che operano nel sociale. “Abbiamo presentato questa Mozione in collaborazione con le Acli e con il presidente provinciale, Ignazio Maugeri, per combattere lo spreco alimentare. Auspichiamo -commenta il consigliere Campisi - una sorta di collaborazione tra le amministrazioni comunali e i grandi ristoratori e distributori considerato che nonostante l'approvazione della legge “Gadda” (n. 166/2016) e le numerose iniziative avviate, nel 2021 sono sprecate 5,2 mln di tonnellate di alimenti. Ci tengo a ringraziare i colleghi consiglieri per la sensibilità dimostrata”. Condividendo il progetto delle Acli, l’azione guarda al lungo termine e mira a ridistribuire eccedenze di vario genere puntando sulla qualità del cibo e delle relazioni, sulle reti, sulla prevenzione e sull'educazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio comunale approva la mozione contro lo spreco alimentare: tasse ridotte per chi dona

CataniaToday è in caricamento