menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Comune di Aci Catena

Comune di Aci Catena

Aci Catena, corruzione nella raccolta rifiuti: dipendente comunale ai domiciliari

Giuseppe Castro, pur al di fuori della competenza specifica del suo settore, era diventato il punto di riferimento per l’azienda EF Servizi Ecologici Srl che si occupava del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani

Dipendente del comune di Aci Catena, in servizio presso il settore Urbanistica area tecnica, è finito ai domiciliari per il reato di corruzione. Si tratta di Giuseppe Castro che, pur al di fuori della competenza specifica del suo settore, era diventato il punto di riferimento per l’azienda EF Servizi Ecologici Srl che si occupava del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani. L’altro soggetto colpito dall’ordinanza, l’imprenditore Vincenzo Guglielmino, titolare della EF Servizi Ecologici Srl, risulta deceduto.

In particolare, Giuseppe Castro, gestiva i rapporti con il comune di Aci Catena in relazione all’esecuzione del contratto per il servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani, in essere tra la EF Servizi Ecologici Srl e l’Ente pubblico, compiendo sistematicamente, nella sua qualità di funzionario pubblico e nell’indebito esercizio di fatto delle funzioni di Direttore dell’esecuzione del contratto, "atti contrari ai doveri d’ufficio e in violazione ai doveri connessi al rapporto di pubblico impiego nonché, più in generale, assicurando una concreta e duratura messa a disposizione degli interessi privati dell’imprenditore, in violazione ai suoi doveri di imparzialità e correttezza", si legge nella nota della polizia.

Guglielmino, a titolo di remunerazione per gli illeciti favori prestati da Castro gli corrispondeva varie utilità come somme di denaro e assunzione di familiari, ovvero dei due figli, del fratello e del nipote. Più in generale, la complessa e articolata indagine, protrattasi fino all’estate del 2018, ha consentito di svelare un collaudato rapporto d’interessi illeciti tra Vincenzo Guglielmino e Giuseppe Castro nell’arco di vari anni, in grado di condizionare e incidere sul corretto sistema di gestione della raccolta dei rifiuti solidi del comune di Aci Catena rispetto al quale Castro si poneva quale vero e proprio dominus anche nella gestione del lavoro dei dipendenti della EF Servizi Ecologici Srl nei termini di un vero e proprio rapporto gerarchico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Arredare

Soffitto: alcune idee per valorizzarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento