Rifiuti e mafia, blitz della Dia: il giornalista Cutuli nega di avere ricevuto del denaro

Il legale di Cutuli, l'avvocato Dario Fina, ha chiesto per il suo assistito la modifica della misura cautelare con una posizione più attenuata. Il Pm Tiziana Laudani si è riservata di esprimere il suo parere al termine di tutti gli interrogatori

Ha negato di avere ricevuto del denaro, precisando di essere stato pagato con regolare assegno dal rappresentante legale della Senesi Spa Rodolfo Briganti per avere svolto il ruolo di ufficio stampa della società che nel comune di Aci Catena ha gestito la raccolta dei rifiuti, il giornalista Salvo Cutuli, tra le 16 persone, tra boss, mafiosi, imprenditori e funzionari comunali, arrestate nell'ambito di una inchiesta sulla raccolta dei rifiuti dei comuni di Aci Catena, Misterbianco e Trecastagni.

Cutuli, accusato di corruzione perché, secondo la Procura, avrebbe fatto da intermediario tra un allora sindaco e Briganti, rispondendo per un'ora alle domande del gip Anna Maria Cristaldi, ha anche smentito di aver avuto rapporti di frequentazione con il rappresentante legale della Senesi Spa ed i suoi familiari, spiegando di essere stato ospite di Briganti nelle Marche per pianificare una adeguata campagna di comunicazione per la società ed aggiungendo di aver conosciuto i familiari dell'imprenditore solamente in quella occasione.

Cutuli ha anche spiegato di avere, nel suo ruolo di addetto stampa, sollecitato al comune di Aci Catena l'annullamento delle sanzioni che erano state elevate alla Senesi per la sottoscrizione del contratto definitivo allo scopo di evitare disfunzioni alla ditta, che era impegnata nella raccolta dei rifiuti.

Il legale di Cutuli, l'avvocato Dario Fina, ha chiesto per il suo assistito la modifica della misura cautelare con una posizione più attenuata. Il Pm Tiziana Laudani si è riservata di esprimere il suo parere al termine di tutti gli interrogatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento