Strade invase dai rifiuti: netturbini in sciopero e in attesa di stipendio

I netturbini della "Oikos - Ipi", le ditte che hanno l'appalto della raccolta dei rifiuti etnei, sono in sciopero dalla mezzanotte di venerdì. Causa, la mancata erogazione dello stipendio

Quanti nel weekend hanno fatto una passeggiata per le vie di Catania, hanno certamente notato montagne di rifiuti strabordanti dai cassonetti. I netturbini della "Oikos - Ipi", le ditte che hanno l’appalto della raccolta dei rifiuti etnei, sono in sciopero dalla mezzanotte di venerdì. Causa, la mancata erogazione dello stipendio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di 576 lavoratori che hanno deciso di non effettuare la raccolta dei rifiuti fino a questa mattina. La raccolta comunque è stata assicurata nel centro storico e nelle strade in cui si sono verificiate situazioni di emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento