menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Rigenerazione urbana", Bianco incontra presidente del consiglio nazionale architetti

Si è parlato di interventi antisismici, norme a favore della qualità architettonica e degli strumenti per definire buone pratiche per riqualificare le città italiane, a partire da Catania, con i progetti di cui ha parlato il presidente dell'Ordine etneo Scannella

Il sindaco di Catania Enzo Bianco ha incontrato nel Palazzo degli elefanti il presidente del Consiglio nazionale degli Architetti Giuseppe Cappochin, e il presidente dell'Ordine etneo Giuseppe Scannella. Nel corso del colloquio, al quale erano presenti il vicepresidente nazionale Rino La Mendola e i vicepresidenti locali Alessandro Amaro e Sandro Fiorito, si è parlato di politiche di rigenerazione urbana, interventi antisismici, norme a favore della qualità architettonica.

Il Sindaco ha ricordato come l'Amministrazione abbia collaborato con gli architetti nell'estensione del Regolamento edilizio e dello Studio di dettaglio delle tipologie edilizie in centro storico e abbia intenzione di chiedere il supporto dell'Ordine anche per la redazione della Linee guida della pianificazione urbanistica metropolitana. Bianco ha anche espresso l'intenzione, da presidente del Consiglio nazionale dell’Anci, di allargare questa sinergia anche a livello più ampio attraverso un confronto, nei vari territori, tra amministratori locali e i professionisti che serva a definire le buone pratiche per riqualificare il tessuto urbano italiano, a partire da Catania.

Cappochin – in contatto con i sindaci delle principali capitali verdi europee per importare modelli virtuosi di rigenerazione – ha dato la massima disponibilità degli architetti all'iniziativa, sottolineando la volontà di stringere un legame istituzionale così utile per l’intero Paese. Il presidente del Consiglio nazionale degli Architetti ha espresso inoltre ammirazione per la strategia di collaborazione avviata a Catania, una nuova sensibilità attenta alla qualità delle opere senza impedire la possibilità di progettare. Proprio riguardo a Catania, Scannella ha sottolineato come da tempo la ricerca di respiro internazionale degli architetti catanesi abbi prodotto progetti spendibili sul territorio: dalla riqualificazione del centro storico alla trasformazione dei ruderi urbani, dal waterfront ai paesaggi attraversati dal Simeto. Opportunità sulle quali la città può ragionare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Ristrutturare

Ristrutturare low cost: ecco come comportarsi

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento