Rimosse le aiuole spartitraffico in via Gabriele D’Annunzio: ritorna la vecchia viabilità

Sarà ripristinata la viabilità precedente all'installazione delle aiuole, avvenuta nel luglio 2014. Ritornano così i sensi unici nel trafficatissimo tratto eliminando i tortuosi giri a cui erano costretti gli automobilisti per percorrere poche decine di metri

Con la sistemazione del tappetino d’asfalto, si concluderanno domani i lavori di rimozione delle aiuole spartitraffico e il ripristino della viabilità eseguiti in economia dalle manutenzioni comunali, nell'incrocio tra le vie Vittorio Emanuele Orlando, via Gabriele D’Annunzio e corso Delle Province con il ripristino della viabilità precedente alla loro installazione, avvenuta nel luglio 2014. Ritornano così i sensi unici nel trafficatissimo tratto eliminando i tortuosi giri a cui erano costretti gli automobilisti per percorrere poche decine di metri. Il provvedimento dell’amministrazione comunale è stato disposto dall'assessore alla mobilità Pippo Arcidiacono, d’intesa con il sindaco Salvo Pogliese, raccogliendo le numerose sollecitazioni di residenti e commercianti che da tempo richiedevano il ripristino del precedente sistema di viabilità, con la conseguente istituzione dell’obbligo di stop in corso delle Province incrocio con via Vittorio Emanuele Orlando e con via Gabriele D’Annunzio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ una decisione -ha commentato l’assessore alla mobilità Pippo Arcidiacono- che abbiamo preso dopo una lunga concertazione coi cittadini, sia residenti che commercianti, che in tante occasioni hanno sollecitato l’iniziativa, ma anche con il III Municipio “Borgo-Sanzio” e con la terza commissione consiliare competente. E anche alla luce di ciò -ha proseguito l’assessore Arcidiacono- non sorprende più di tanto che il consigliere Bianco abbia espresso la propria contrarietà, un’ulteriore conferma del suo distacco e della sua lontananza dalle concrete esigenze dei catanesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento