rotate-mobile
Cronaca

Rinasce l'ex Cesame e diventa un villaggio dell'innovazione: investimento da 35 milioni

L’ex stabilimento della storica azienda di sanitari, fallita nel 2009, diventerà un centro per l’innovazione e la creazione d’impresa gestito dagli ex lavoratori Cesame grazie al gruppo EHT

Con un investimento da 35 milioni di euro sarà riqualificato l’ex stabilimento di sanitari della Cesame di Catania, fallita nel 2009, per realizzare un “Villaggio dell’Innovazione” e della creazione di impresa da oltre 20mila metri quadrati. Ad annunciarlo è Emanuele Spampinato, presidente del Gruppo EHT, nato nel capoluogo etneo e che riunisce fino ad oggi 60 pmi innovative in tutta Italia per un fatturato aggregato di 270 milioni di euro, 2300 professionisti e oltre 170 sedi lungo la penisola. Il progetto vedrà la luce tra un anno e mezzo circa, mentre lo studio di fattibilità sarà già pronto nel prossimo mese di novembre.

“Un progetto ambizioso e complementare all’ Harmonic Innovation Hub di Catanzaro del quale siamo partner – afferma Emanuele Spampinato, presidente del Gruppo EHT – e che stiamo portando avanti anche grazie al grande impegno dei partner di Harmonic come Entopan, Genesys Group, Azimut, Gigroup, Plug’n Play, Deloitte e FBK. L’obiettivo è la riapertura dello stabilimento Cesame di Catania con gli ex dipendenti come proprietari che torneranno a creare i tradizionali prodotti Cesame, ma con una linea produttiva che rappresenterà la fabbrica di test e innovazione di EHT garantendo così un altissimo livello di innovazione. Siamo orgogliosi di poter contribuire alla rinascita di Cesame dimostrando che l’innovazione è oggi il fattore chiave anche per l’industria tradizionale”.

Il gruppo EHT, che permette alle realtà associate di essere protagoniste sul mercato del software e servizi a livello nazionale, vuole creare a Catania un punto di riferimento per PMI e startup del mondo dell’innovazione, con l’obiettivo di attirare partner di livello internazionale come Plug & Play – tra i più grandi incubatori di imprese al mondo – che già opera nell’Harmonic HUB di Catanzaro, e di creare e formare i nuovi professionisti del mondo ICT. Nel nuovo centro di Catania verranno realizzati laboratori di ricerca di alto livello innovativo con utilizzo e risultati a disposizione di tutte le aziende dell’ecosistema. “La Sicilia e Catania in particolare – conclude Emanuele Spampinato – hanno grandi potenzialità di crescita e lo dimostrano i recenti investimenti di grandi gruppi. Investimenti realizzati con coraggio perché le carenze in termini di infrastrutture e lentezza burocratica in Sicilia sono ancora importanti problemi da risolvere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinasce l'ex Cesame e diventa un villaggio dell'innovazione: investimento da 35 milioni

CataniaToday è in caricamento