rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Rincari su elettricità, stangata in bolletta per tanti commercianti: l'allarme lanciato sui social

Alcuni proprietari di locali catanesi hanno pubblicato sui social le bollette dell'energia elettrica appena ricevute con importi molto difficili da gestire. Tra i primi a denunciare questa situazione, il titolare di "Choco Fusion". Sulla questione è intervenuto anche Dario Pistorio, presidente provinciale della Fipe e vice presidente vicario di Confcommercio Catania

La pandemia da covid continua a mettere a dura prova l'economia. E, adesso, bisogna fare i conti anche con gli eccessivi rincari. E', infatti, emergenza sui prezzi dell'energia elettrica. L'impatto dei maggiori costi energetici a cui stiamo assistendo si sta abbattendo, in particolare, sulle attività commerciali. Anche a Catania.

Costi esorbitanti in bolletta che hanno gettato nello sconforto i commercianti che hanno fatto già tanto per cercare di superare le chiusure per lockdown, la clientela in calo, l'obbligo di super green pass, il personale in quarantena. Una situazione insostenibile denunciata da molti sui social. Alcune attività di Catania hanno, infatti, pubblicato sulle loro pagine Facebook le bollette dell'energia elettrica appena ricevute con importi molto "difficili" da gestire. Tra i primi a denunciare questa situazione, il titolare di "Choco Fusion" con una bolletta di 5.531,64 euro per il periodo di dicembre 2021, da pagare entro il 3 febbraio 2022.

"Le ultime 6 bollette di Choco Fusion hanno avuto tutte questo tenore. In pratica stiamo pagando il doppio di quello che abbiamo sempre pagato. Questi aumenti spropositati si ripercuotono su tutto il resto, materie prime, packaging e materiale di servizio - spiega il titolare dell'attività con un post su Facebook - Una corsa al massacro che non è sostenibile a lungo termine, accelerata da un calo dei consumi che non è attenuata da alcun intervento fiscale a nostro sostegno. Gli aumenti che applicheremo al menù sono fisiologici, inevitabili, necessari, e dovrò sentire le lamentele di chi considera 2,5 euro troppo per un cono gelato artigianale da 150 grammi, e corretti per un magnum da 70 grammi. Invito i miei colleghi a rivedere le politiche commerciali che tendono solo ad uno svilimento dei prezzi, credo che sia ancora più importante, in questo momento storico, valorizzare il proprio lavoro per non rimanere impantanati in questo aumento spropositato dei costi".

Anche il noto "Blanc à Manger (Bakery & Cafè)" ha raccolto l'invito, pubblicando una bolletta di ben 2.863,13 euro. "Siamo veramente terrorizzati. Questa è l'ultima bolletta ricevuta. Fa riferimento ad una bottega di appena 50 metri quadrati. Ci uniamo alla preoccupazione di moltissimi colleghi del settore".

Somme da capogiro che si aggiungono, ad esempio, ai costi dell'affitto dei locali, del personale, delle materie prime. Sulla questione è intervenuto anche Dario Pistorio, presidente provinciale della Fipe e vice presidente vicario di Confcommercio Catania. "Aumento esponenziale di tutto quello che riguarda energia, dal gas all’elettricità: costi raddoppiati e in alcuni casi anche triplicati. Questo sta portando ad una mancanza, soprattutto nei pubblici esercizi, di liquidità - dichiara Pistorio a CataniaToday - lI flusso di clienti continua a diminuire per il vincolo del super Green pass, per paura e per l'aumento dei contagiati. A questo si aggiunge che le materie prime hanno subìto un aumento di costo del 30/40 per cento in base alla tipologia di prodotto. Parlo della plastica, della farina, dello zucchero, di tutti i costi di gestione dei prodotti che giornalmente vengono usati in un esercizio commerciale".

"Un grido d’allarme nel nostro settore, ma il pubblico non può subire questi aumenti. Già la clientela è poca, se aumentiamo i prezzi, non andrà più nessuno al bar e nei ristoranti - conclude Pistorio - La problematica maggiore, mancando la liquidità, è che non riusciamo a pagare gli F24, i mutui, le tasse. Chiediamo al Governo che si faccia carico di questa situazione e faccia qualcosa per risolvere queste problematiche nei pubblici esercizi e nel commercio in generale, al più presto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rincari su elettricità, stangata in bolletta per tanti commercianti: l'allarme lanciato sui social

CataniaToday è in caricamento