Acireale

Corruzione elettorale, rinviata l'udienza per Roberto Barbagallo candidato a sindaco di Acireale

Rinviata al 15 settembre l’udienza per Roberto Barbagallo, ex sindaco di Acireale attualmente candidato quale primo cittadino in vista delle prossime amministrative per il Comune acese e condannato in primo grado nel mese di febbraio del 2022 a un anno e quattro mesi, pena sospesa

Rinviata al 15 settembre l’udienza per Roberto Barbagallo, ex sindaco di Acireale attualmente candidato quale primo cittadino in vista delle prossime amministrative per il Comune acese e condannato in primo grado nel mese di febbraio del 2022 a un anno e quattro mesi, pena sospesa, per tentata induzione indebita a promettere utilità dalla Terza Sezione penale del Tribunale di Catania. La Corte d’Appello lo ha stabilito in quanto chiamata a pronunciarsi sulle impugnazioni contro le sentenze di primo grado.

All'epoca degli avvenimenti Barbagallo era sindaco in carica. Il provvedimento nacque da un'inchiesta della Guardia di Finanza denominata Sibilla per questioni risalenti al 2017 su presunte pressioni su venditori ambulanti locali al fine di ottenere consenso elettorale a favore del deputato regionale Nicola D’Agostino, estraneo sia alle indagini che al procedimento, che era candidato con la lista Sicilia Futura alle elezioni per il rinnovo dell’Assemblea Siciliana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corruzione elettorale, rinviata l'udienza per Roberto Barbagallo candidato a sindaco di Acireale
CataniaToday è in caricamento