Riposto, 632 chili di tonno rosso pescati illegalmente

Il pescato, che è stato dichiarato commestibile dopo una visita veterinaria dell'Asp di Giarre, sarà venduto tramite un'asta pubblica il cui ricavato sarà incamerato dall'Erario. I militari hanno anche sequestrato gli attrezzi da pesca

Circa 632 chili di tonno rosso pescati illegalmente sono stati sequestrati la notte scorsa nel porto di Riposto, in provincia di Catania, dalla Guardia Costiera.

Il pesce era a bordo di un peschereccio, il cui proprietario-armatore è stato multato per 4.000 euro. Il pescato, che è stato dichiarato commestibile dopo una visita veterinaria dell'Asp di Giarre, sarà venduto tramite un'asta pubblica il cui ricavato sarà incamerato dall'Erario. I militari hanno anche sequestrato gli attrezzi da pesca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento