Riposto: imprenditore edile sottrae al fisco oltre 5 milioni di euro

L'impresa ispezionata, nel triennio 2008/2010, aveva perfezionato circa 100 contratti relativi a cessioni di immobili omettendo di dichiarare i ricavi per un importo di circa 5,3 milioni di euro

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Riposto hanno scoperto una società di capitali, operante nel settore dell’edilizia, totalmente sconosciuta al Fisco.

L’attività ispettiva ha permesso di rilevare che l’impresa ispezionata, nel triennio 2008/2010, aveva perfezionato circa 100 contratti relativi a cessioni di immobili omettendo di dichiarare i ricavi per un importo complessivo di circa 5,3 milioni di euro sui quali vengono applicate le imposte sul reddito (aliquota 27,50%); mentre ai fini dell’IVA sono stati recuperati a tassazione piu’ di 220.000 Euro.

La società teneva le scritture contabili in maniera non regolare al fine di rendere  difficoltosa la ricostruzione del reale volume d’affari, ma l'esame degli atti notarili incrociato con le Banche Dati di cui dispone il Corpo (in Primis Ser.Pi.Co) ha consentito di ricostruire l'ammontare delle reali transazioni economiche effettuate, senza l’ausilio della frammentaria e fuorviante documentazione contabile rinvenuta dai Finanzieri.

L'amministratore della società è stato denunciato per frode fiscale alla Procura della Repubblica di Catania.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento