Riposto, militari sequestrano centro scommesse: denunciata la titolare

La titolare del centro senza alcuna autorizzazione aveva avviato un centro di scommesse sportive on line violando la norma del testo unico che le imponeva di munirsi di autorizzazione per l'esercizio di attività di gioco o scommesse

Chiuso un centro di scommesse sportive dai carabinieri di Riposto, nella frazione di Torre Archirafi. I militari, insieme alla Guardia di finanza, hanno smascherato una 46enne, titolare del un centro, che senza alcuna autorizzazione aveva avviato un centro di scommesse sportive on line violando la norma del testo unico che le imponeva di munirsi di autorizzazione per l'esercizio di attività di gioco o scommesse. I militari hanno provveduto a sequestrare il locale e le apparecchiature informatiche presenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento