Riposto, sequestrati oltre 4 mila articoli illegali: denunciato imprenditore cinese

Sequestrato materiale elettrico del valore commerciale di oltre 25.000 euro privo di marcatura "CE"che attesta la conformità del prodotto agli standard di sicurezza previsti dalla normativa comunitaria

I finanzieri del comando provinciale di Catania, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi a contrasto della commercializzazione di prodotti illegali e potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori, hanno sequestrato, presso un punto vendita di Riposto gestito da soggetti di nazionalità cinese, 4.300 prodotti irregolari. La merce sequestrata dai militari della compagnia di Riposto, costituita da materiale elettrico del valore commerciale di oltre 25.000 euro, è risultata priva della marcatura “CE” che attesta la conformità del prodotto agli standard di sicurezza previsti dalla normativa comunitaria; risultava invece stampigliata, in modo da indurre in errore l’acquirente finale in ordine alla certificazione, la similare dicitura “China Export” (CE) attestante esclusivamente la provenienza asiatica dei beni.

Le attività della guardia di finanza eseguite nei settori della “tutela sicurezza dei prodotti” e “lotta alla contraffazione” si pongono a garanzia del consumatore finale che per effetto della malafede di alcuni operatori, che agiscono in danno alle regole del mercato concorrenziale, può essere così indotto, inconsapevolmente, ad acquistare come “sicuri” prodotti in realtà irregolari, venduti a prezzi più competitivi rispetto a quelli praticati dagli operatori commerciali che operano nella legalità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A conclusione dell’intervento, il legale rappresentante dell’attività commerciale è stato denunciato alla Procura della repubblica di Catania per il reato di frode nell’esercizio del commercio che prevede la pena della reclusione fino a 2 anni o la multa per oltre 2.000 euro. Dall’inizio dell’anno ad oggi i reparti del comando provinciale di Catania, nel corso di 131 interventi, hanno sequestrato circa 14 milioni di prodotti contraffatti, non conformi alle disposizioni del codice del consumo o comunque realizzati in violazione delle norme sul diritto d’autore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento