Ripristinato il servizio idrico nelle frazioni di Zafferana: il 18 gennaio arriva Borrelli

E’ stato fatto il punto complessivo della situazione post sisma in attesa della visita nelle zone terremotate del Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli in programma venerdì prossimo, 18 gennaio 2019

Zafferana Etnea ( foto archivio)

E’ stato ripristinato completamente il servizio dell’acquedotto del comune di Zafferana. A distanza di quasi tre settimane dal terremoto del 26 dicembre scorso, il servizio idrico nelle frazioni interessate dal sisma –Fleri, Poggiofelice e Pisano- torna ad essere regolare grazie al lavoro incessante svolto dagli operai comunali e da alcune ditte esterne incaricate dall’Amministrazione Comunale.

Sono state riparate oltre un centinaio di perdite d’acqua causate dal sisma di Santo Stefano e, al momento, qualche criticità –comunque in via di risoluzione- rimane soltanto in alcune case private.

“Sono particolarmente soddisfatto per il risultato raggiunto in tempo record –ha sottolineato il sindaco di Zafferana Etnea, Alfio Vincenzo Russo- perché siamo già riusciti a risolvere il problema dell’approvvigionamento idrico nelle zone colpite dal recente evento sismico. Anche sugli altri fronti, stiamo producendo il massimo sforzo per alleviare i disagi alla nostra Comunità così duramente colpita”.

In tal senso, proseguono i sopralluoghi per la verifica dell’agibilità degli edifici ed il successivo iter per la concessione, agli aventi diritto, dei benefici previsti. Ieri si è svolto un ulteriore incontro con il Presidente della Regione Siciliana, on. Nello Musumeci al quale ha preso parte anche il Sindaco zafferanese. E’ stato fatto il punto complessivo della situazione post sisma in attesa della visita nelle zone terremotate del Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli in programma venerdì prossimo, 18 gennaio 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento