Una writers session per sistemare il murales dedicato a Borsellino

Dopo il barbaro scempio al murales dedicato a Borsellino, l'amministrazione comunale di Catania informa che, l'omaggio all'eroe di mafia sarà ripristinato

Paolo Borsellino

Dopo il barbaro scempio, avvenuto nei giorni scorsi, al murales dedicato a Paolo Borsellino, l’amministrazione comunale di Catania informa che a breve l’omaggio all’eroe di mafia sarà ripristinato.

Un gesto vile e ignobile –afferma l’Assessore Ottavio Vaccaroad opera di chi dimostra l' assoluta mancanza di rispetto per i valori della legalità e della lotta alla mafia.  In risposta a questo  atto organizzeremo una "Writers session" per fare diventare la circonvallazione cittadina una sorta di grande pantheon arredato dai volti degli eroi antimafia che hanno dato la vita per questa terra ”.

Non sarà certamente l’insano e barbaro gesto di qualche stupido”  - continua l’Assessore del Comune di Catania con delega alle Politiche Giovanili Ottavio Vaccaro  - a impedirci di far rivivere sui muri della nostra città i volti, ed i valori, degli Eroi che hanno dato la vita per la nostra terra. L’Amministrazione Comunale, insieme ai ragazzi dello Spazio Libero Cervantes e dell’Associazione Culturale Durden, provvederà in breve tempo a ripristinare il murales dedicato a Paolo Borsellino”.

Ricordiamo che il murales imbrattato era stato realizzato nello scorso mese di luglio in occasione della ricorrenza del diciannovesimo anniversario dalla morte del Giudice Borsellino e degli uomini della sua scorta.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento