Riscossione Sicilia, è sempre caos tra lunghe file e liste appese la notte prima

Già la sera prima viene appesa sulla porta una lista con i nomi, in modo da esserci già un ordine di arrivo il giorno dopo. Ed è sempre caos

Ogni mattina la stessa storia. Lunghe code davanti agli uffici di Riscossione Sicilia in corso Sicilia. Già la sera prima viene appesa sulla porta una lista con i nomi, in modo da esserci già un ordine di arrivo il giorno dopo. Ed è sempre caos. Questa mattina, ad esempio, la famosa "lista" è stata strappata e, quindi, lo scenario è quello di una bolgia infernale che durerà per tutta la mattinata.

serit-3

A segnalarci la situazione che si verifica ogni giorno è un professionista che si reca negli uffici del corso Sicilia per la rottamazione delle cartelle esattoriali dei suoi clienti, in modo da far pagare i debiti senza sanzioni, interessi e more. Il termine ultimo infatti, per mettersi in regola col Fisco è il prossimo 31 marzo. 

lista-2

La delibera sulla rottamazione delle cartelle esattoriali è stata approvata lo scorso 2 marzo, all'unanimità, con 32 voti. Si tratta del regolamento di attuazione per la definizione agevolata delle entrate degli enti locali, così come previsto dall'articolo 6-ter del decreto legge 22 ottobre 2016 n. 193, convertito con modificazioni dalla legge 1 dicembre 2016 n. 225 e decreto legge 9 febbraio 2017 n. 8.

L'iniziativa era stata auspicata dal Consiglio comunale con un ordine del giorno approvato nel gennaio scorso, primo firmatario Agatino Lanzafame, per consentire ai cittadini, in linea con quanto previsto a livello nazionale dal Governo, di rottamare le cartelle relative ai tributi e alle altre entrate comunali, quali le sanzioni della Polizia municipale, e di pagare esclusivamente le somme dovute al Comune senza sanzioni e interessi moratori, con la rateizzazione degli importi senza oneri aggiuntivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento