Rissa violenta tra vicini per l’abbattimento di un capannone

La lite, scoppiata da un’iniziale fastidio alle polveri rilasciate dall’abbattimento di un capannone ad opera di una delle due famiglie, è poi degenerata in una vera e propria rissa che ha coinvolto man mano tutti i familiari presenti

Gli agenti del commissariato di Adrano hanno denunciato sei persone per rissa aggravata. Si tratta di un uomo di 63 anni, con precedenti di polizia, la moglie 63 anni e il genero di questi di anni 50, una donna di 43 anni e i suoi due figli di 20 e 15 anni. Gli operatori di polizia sono, infatti, intervenuti nella mattinata di ieri per sedare una violenta lite sorta tra i membri di due nuclei familiari che da tempo hanno un cattivo rapporto di vicinato. La lite, scoppiata da un’iniziale fastidio alle polveri rilasciate dall’abbattimento di un capannone ad opera di una delle due famiglie, è poi degenerata in una vera e propria rissa che ha coinvolto man mano tutti i familiari presenti, tra i quali anche un minore; nei momenti concitati della lite, i partecipanti hanno utilizzato impropriamente attrezzi da lavoro e coltelli da cucina per arrecare lesioni. L’intervento dei poliziotti ha posto fine alla rissa, calmando le persone coinvolte, che sono state deferite all’Autorità giudiziaria.

Adrano 2-3-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento