Attività di ristorazione aperte fino all'una di notte: vietata la musica dal vivo

Nelle attività in cui è prevista la somministrazione al tavolo, le mascherine vanno indossate solo se ci sposta dal proprio posto a sedere

foto archivio

Il sindaco Salvo Pogliese, con l’assessore alle attività produttive Ludovico Balsamo, ha firmato l’ordinanza che autorizza l’attività di ristorazione di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, oltre che l’attività di asporto ai chioschi e agli automezzi attrezzati ed autorizzati sul territorio comunale per la vendita di panini. Gli operatori del settore potranno quindi tornare a lavoro, nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive, varate in ambito nazionale e regionale. Sono vietate le forme di assembramento e le esecuzioni musicali dal vivo. Il Sindaco ha stabilito che l’orario di chiusura è fissato all'una di notte, consentendo ai soli esercizi di ristorazione mezz’ora per lo smontaggio degli arredi esterni. Il provvedimento regolamenta lo svolgimento delle singole attività connesse agli esercizi della ristorazione, sia con riferimento ai distanziamento,che all'uso delle mascherine. Laddove esiste la somministrazione al tavolo, vanno indossate solo se ci sposta dal proprio posto a sedere. Il sindaco Pogliese, spiegando il valore dell’ordinanza, si appella ancora una volta al senso di responsabilità dei cittadini e degli operatori commerciali per fare rispettare le norme anticontagio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

”Mi rivolgo - ha detto Pogliese – a tutti ma soprattutto ai più giovani, invitandoli a mantenere comportamenti responsabili delle regole di condotta e a evitare ogni genere di assembramento soprattutto dei luoghi presumibilmente più affollati. Ci rimettiamo alla responsabilità individuale di tutti e di ciascuno tenuto conto che in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale, il sindaco, quale rappresentante della comunità locale è tenuto ad adottare provvedimenti straordinari e urgenti come la chiusura di intere zone o strade. Soluzioni drastiche che vanno scongiurate attuando comportamenti responsabili e preventivi, nel rispetto della propria salute e di quella degli altri”. In mattinata, a conclusione di una protesta contro il governo nazionale per i provvedimenti economici ritenuti “insufficienti e contraddittori”, il sindaco Salvo Pogliese ha incontrato una delegazione di commercianti, ristoratori e operatori balneari. Il primo cittadino ha ribadito che l’amministrazione Comunale, entro qualche giorno, visto che il Dl Rilancio non è stato ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e vanno chiarite alcune norme della finanziaria regionale, renderà note le manovre di sostegno concreto al sistema delle attività produttive e ha ringraziato i commercianti per il confronto costruttivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente autonomo in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento