Riunioni politiche al Garibaldi, chieste condanne per Stancanelli, Navarria e Castiglione

Secondo l'accusa, il 5 giugno del 2008, avrebbero utilizzato la sede di una pubblica amministrazione, la sala Dusmet dell'ospedale Garibaldi di Catania, durante il periodo di 'garanzia' elettorale, cioè entro 45 giorni dal voto

La Procura di Catania ha chiesto la condanna a 4 mesi di reclusione ciascuno per l'ex consigliere comunale Francesco Navarria, eletto col Pdl e poi passato prima con Scelta giovane e poi al Megafono, l'ex sindaco Raffaele Stancanelli e l'ex presidente della Provincia e attuale sottosegretario all'Agricoltura, Giuseppe Castiglione. Il processo si celebra davanti la terza sezione monocratica del Tribunale di Catania.

Secondo l'accusa, il 5 giugno del 2008, avrebbero utilizzato la sede di una pubblica amministrazione, la sala Dusmet dell'ospedale Garibaldi di Catania, durante il periodo di "garanzia" elettorale, cioè entro 45 giorni dal voto.

Nel procedimento è stata stralciata la posizione dell'allora direttore generale del nosocomio, Giuseppe Navarria, padre di Francesco, che è nel frattempo deceduto.

Il reato ipotizzato nei loro confrontiè' di violazione della legge elettorale, punita con una multa, e di turbamento di pubblico servizio per la presenza all'incontro di dipendenti ospedalieri durante l'ora di lavoro. L'allora direttore generale del Garibaldi avrebbe organizzato un incontro tra i dipendenti con i tre candidati, che durò meno di un'ora, nella sala Dusmet dell'ospedale. La riunione fu ripresa da uno dei partecipanti che, tramite un legale, presentò un esposto alla Procura. Le indagini sono state eseguite dalla Digos.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento