Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Mafia, clan del Tiburtino: chiesti 17 anni per il catanese Salvatore Fragalà

La Procura di Roma ha sollecitato condanne per complessivi 80 anni nei confronti di sei persone accusate di far parte di una organizzazione malavitosa dedita all'estorsione

La Procura di Roma ha sollecitato condanne per complessivi 80 anni nei confronti di sei persone accusate di far parte di una organizzazione malavitosa dedita all'estorsione.

Al gruppo, attivo nella zona del quartiere Tiburtino, il pm Giovanni Musarò contesta l'aggravante mafiosa. Nei confronti del presunto capo del sodalizio crimnale, il catanese Salvatore Fragalà, sono stati chiesti 17 anni di carcere, nei confronti di Vincenzo D'Angelo è stata sollecitata una pena di 16 anni e 6 mesi di reclusione; per Francesco e Domenico Loria, invece, il pm ha chiesto 14 anni di carcere; pene di 10 anni e 6 mesi e 8 anni e 6 mesi sono state infine sollecitate per Francesco Fagone e Mariza Pelone.

L'indagine era stata affidata nel 2016 ai carabineri del Nucleo investigativo del comando provinciale ed era partita dopo una denuncia di un noleggiatore romano vessato dal gruppo criminale di origine siciliana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, clan del Tiburtino: chiesti 17 anni per il catanese Salvatore Fragalà

CataniaToday è in caricamento