Rubano un'auto e chiedono il 'cavallo di ritorno': due arrestati

La vittima nonostante avesse denunciato il furto, ha deciso di cedere all'estorsione e pagare 500 euro per riavere la vettura

Daniele Cadiri , 36enne e Davide Tricomi, 32enne sono stati arrestati dalla squadra mobile di Catania  per aver rubato un’auto e chiesto al proprietario 500 euro per riaverla. I poliziotti hanno eseguito nei loro confronti un' ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Catania per i reati di urto aggravato, ricettazione ed, in concorso tra loro, di estorsione.

Le indagini hanno preso avvio a seguito della denuncia sporta presso il commissariato Borgo - Ognina nel mese di marzo 2018, da un uomo il quale, dopo avere subito qualche giorno prima il furto della propria Alfa Romeo 147, era stato contattato da alcuni individui i quali prospettavano la possibilità di restituire il mezzo dopo il pagamento dell’importo di 500 euro.

Le indagini di tipo tecnico come l’analisi dei filmati estrapolati da impianti di video-sorveglianza, svolte da personale della squadra mobilehanno permesso di appurare che la vittima, nonostante avesse sporto denuncia, aveva deciso di cedere all'estorsione . Le intercettazioni telefoniche, l’analisi dei tabulati telefonici e la visione di numerosi filmati acquisiti nel corso delle indagini hanno consentito di ricostruire l’incontro, svoltosi nel pomeriggio del 19 marzo in  via Aurora angolo via Palermo, in cui il denunciante consegnava agli estorsori la somma di 500 euro per riavere indietro l’autovettura rubata, che gli veniva poi restituita in via Sassari, dove, era stata parcheggiata subito dopo il furto.

Le indagini hanno evidenziato che Daniele Cadiri si era reso responsabile del furto dell’autovettura e, in concorso con Tricomi che risponde anche del reato di ricettazione, di estorsione mediante minaccia Espletate le formalità di rito, Cadiri è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza, mentre Tricomi è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento