rotate-mobile
Cronaca

Dati Covid falsati, Ruggero Razza a giudizio immediato: il processo inizierà a novembre

Dopo aver ricevuto la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura di Palermo, l'avvocato catanese avrebbe comunicato, tramite i suoi legali, l’intenzione di volere saltare l’udienza preliminare ed andare direttamente a dibattimento nell'ambito dell’inchiesta sui presunti dati Covid falsati in Sicilia, risalente a marzo 2021

Inizierà il prossimo 10 novembre il processo che vede come imputato l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. Dopo aver ricevuto la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura di Palermo, l'avvocato catanese avrebbe comunicato, tramite i suoi legali, l’intenzione di volere saltare l’udienza preliminare ed andare direttamente a dibattimento nell'ambito dell’inchiesta sui presunti dati Covid falsati in Sicilia, risalente a marzo 2021. All'epoca dei fatti Razza, travolto dalle critiche dopo la pubblicazione delle intercettazioni in cui pronunciava la frase "spalmiamo un po' di morti, rassegnò le sue dimissioni da assessore dopo aver chiesto scusa per le parole a suo dire "infelici" captate dagli inquirenti.

Fu poi nuovamente reintegrato dal presidente della Regione, nello Musumeci, nel mese di giugno dello stesso anno. Anche l’ex dirigente del Dipartimento regionale per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico Maria Letizia Di Liberti e il direttore del Servizio 4 del Dasoe, Mario Palermo, avrebbero scelto la strada del giudizio immediato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dati Covid falsati, Ruggero Razza a giudizio immediato: il processo inizierà a novembre

CataniaToday è in caricamento