Cronaca

Ruota panoramica in pieno centro, è l'assessore Balsamo a chiarire i dubbi e rispondere alle polemiche

L'assessore alle Attività produttive del comune di Catania, Ludovico Balsamo: "E' frutto di un’autorizzazione concessa ad un privato che come è accaduto negli ultimi anni ha scelto Catania come location rispetto a tantissime città del mondo. L’ emanazione di questa concessione è frutto di attentissime valutazioni relative agli standard di sicurezza e di viabilità"

La ruota panoramica che nei prossimi giorni verrà inaugurata nel piazzale Sanzio, ha suscitato non poche polemiche. Molti hanno criticato la location scelta, perchè in pieno centro, luogo di transito per decine di migliaia di auto e perchè ci sarebbe poco da vedere, come precisato infatti dal comitato Vulcania che ha raccolto le lamentele dei residenti: "Sarebbe stato meglio costruirla ad esempio alla Plaia, li si potrebbe godere di un incantevole panorama mare-città-montagna, non si intaserebbe di traffico la città e si rivitalizzerebbe la nostra Plaia in particolare nelle ore serali".

Molti hanno puntato il dito sulle spese dell'Amministrazione comunale: "Questi soldi non era meglio spenderli per le famiglie bisognose? Per riparare le strade? Per fare manutezione ordinaria e straordinaria?". Una questione che, giorni fa prima della scelta definitiva della location, aveva sollevato anche l'ex sindaco Bianco, ponendo delle domande sul tipo di investimento: "Siamo curiosi di sapere...È un investimento privato?".

A rispondere a tutte queste polemiche è l'assessore alle Attività produttive del comune di Catania, Ludovico Balsamo, che con un post su Facebook ha voluto chiarire l'iter che ha portato alla realizzazione di questa ruota panoramica tanto discussa. 

"E' frutto di un’autorizzazione concessa ad un privato che come è accaduto negli ultimi anni ha scelto Catania come location rispetto a tantissime città del mondo. Sembrava assolutamente scontato, ma a questo punto è importante precisarlo, che l’investimento e la realizzazione dell’ attrazione sono interamente a carico della ditta concessionaria che oltre a sostenere tutti i costi del montaggio e della gestione ha già provveduto alla stipula delle relative assicurazioni, pagato i diritti di segreteria e il canone del suolo che occuperà", spiega Balsamo.

"L’ emanazione di questa concessione è frutto di attentissime valutazioni relative agli standard di sicurezza e di viabilità. A tutti sarebbe piaciuto poter concedere un’area che oltre a garantire sicurezza e viabilità avrebbe offerto ai fruitori una vista panoramicamente più suggestiva e proprio per questo motivo si sono prese in esame diverse collocazioni( ognuna delle quali presentava insuperabili criticità in termini di sicurezza) prima di arrivare alla concessione in oggetto. Si leggono osservazioni di cittadini tendenziose e fuorvianti, probabilmente suggerite e senz’altro fomentate da chi tenta di dar vita ad un opposizione balorda ed inconsistente. Molto spesso la critica si incentra su problematiche terze quali gli incendi dei giorni passati o il carente servizio di raccolta dei rifiuti, come se l’amministrazione autorizzando un privato alla realizzazione di una ruota panoramica distogliesse il proprio impegno verso questi servizi", continua Balsamo.

"Siamo sempre disposti a seguire suggerimenti e critiche, ma non possiamo accettare attacchi pretestuosi, infondati e fuorvianti come quello che 'si sprecano risorse pubbliche'; forse questo è accaduto in passato, quando si organizzavano feste milionarie attingendo alle risorse comunali. Sicuramente amministrare una città come Catania, in dissesto finanziario, con un corpo dei vigli urbani ridotto al lumicino, in piena pandemia e con pochissime figure dirigenziali non è cosa semplice ma dovere assistere a interventi così tendenziosi e squalificanti per una città che tenta di ritrovare fiducia, è davvero deprimente e soprattutto alimenta una sterile contrapposizione che non serve a nessuno. La ruota panoramica vuole essere una luce in fondo al tunnel dopo un periodo triste, un messaggio di speranza e chi non condivide la collocazione non sarà costretto ad andare", precisa l'assessore.

"Se come qualche detrattore si augura dovesse rivelarsi un flop, le eventuali ricadute economiche rientrerebbero nel rischio d’ impresa della ditta e non di certo del comune di Catania che con l’amministrazione guidata da Salvo Pogliese continua ad operare nel massimo rispetto delle finanze comunali. Al contrario tutti coloro che vorranno provare l'esperienza della ruota panoramica ammirando, oltre il paesaggio della nostra città dall'alto, lo spettacolo dell'eruzione dell'Etna, potranno facilmente trovare posto auto nell'ampio parcheggio circostante senza impattare negativamente sulla circolazione veicolare della zona. La ruota, in sostanza, è un'opportunità per chi piace questo genere di attrattiva: il resto sono solo chiacchiere che fanno solo male a una città che soffre per tante ragioni, di oggi e di ieri e che abbiamo il dovere di risollevare dal disastro che abbiamo trovato", conclude Balsamo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruota panoramica in pieno centro, è l'assessore Balsamo a chiarire i dubbi e rispondere alle polemiche

CataniaToday è in caricamento