S. Maria la Scala, sequestrati 400 chili di pesce spada

Si trovava a bordo di un peschereccio della marineria in provincia di Catania. Nei confronti del capobarca/armatore è stata combinata una pena pecuniaria e la segnalazione per la detrazione di punti sulla licenza di pesca

La Guardia di Finanza di Catania ha sequestrato 400 chili di pesce spada che si trovava a bordo di un peschereccio della marineria di S. Maria la Scala, in provincia di Catania. La pesca allo spada è vietata dal 1 ottobre e rimarrà chiusa fino al prossimo 30 novembre. Per tale motivo è avvenuto il sequestro nel porto di Riposto.

Il tutto è stato disposto infatti dal Decreto Direttoriale del Ministero delle politiche alimentari del 29.02.2013.

Nei confronti del capobarca/armatore è stata combinata una pena pecuniaria e la segnalazione per la detrazione di punti sulla licenza di pesca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento