Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Partono i saldi anche a Catania, in anticipo rispetto al resto d'Italia

Saranno migliaia i catanesi che si dedicheranno allo shopping. Ecco alcune semplici regole per evitare fregature durante gli acquisti estivi a costo ribassato

Si riapre la caccia allo sconto in Sicilia: inziano oggi, con un giorno di anticipo rispetto alle altre regioni italiane, i tanto attesi saldi estivi. Saranno quindi migliaia i catanesi che si dedicheranno allo shopping assaltando centri commerciali, outlet e negozi cittadini alla ricerca della convenienza e della qualità. La Confcommercio ha stimato approssimativamente in 150 euro la spesa media a famiglia: un dato naturalmente da prendere con le pinze, perchè si è ovvio che molti daranno fondo al portafogli, mentre altri rimarranno a casa avendo già sistemato per bene il proprio guardaroba.

In ogni caso le regole generali per evitare truffe, ve le ricordiamo come ogni anno. Occhio a chi promette tagli del 70-80%: in linea di massima potrebbe essere una fregatura bella e buona, considerato che la soglia più in voga non supera il 50% e che alcuni commercianti tirano fuori per l'occasioni tutti i fondi di magazzino. Fatevi sempre dare lo scontrino, poichè anche i capi presi in saldo possono essere cambiati. Se avete modo di farlo (spesso basta uno sguardo sul cellulare) verificate il prezzo orignale del capo per acquistare. Quello indicato potrebbe anche non essere corretto e lo sconto applicato in questo caso risulta non proprio corretto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partono i saldi anche a Catania, in anticipo rispetto al resto d'Italia

CataniaToday è in caricamento