Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Lentini: arrestato il killer che uccise e bruciò i suoi creditori

Salvatore Salamone, residente a Lentini ma originario del catanese, è il killer che ha ucciso Gaetano Trovato e Domenico Bertollo. Si era rifugiato a Biancavilla nella casa di una zia

Salvatore Salamone, residente a Lentini ma originario del catanese, è il killer che ha ucciso Gaetano Trovato e Domenico Bertollo. L'uomo era noto alle forze dell'ordine che lo avevano arrestato nel gennaio 2011 per usura aggravata. Inoltre, è ritenuto esponente del clan che fa capo alla cosca del boss detenuto Sebastiano Nardo. A Lentini, è titolare di un noto bar e gestore di una sala ricevimenti fuori paese.

Salvatore Salamone è stato arrestato all'alba di ieri, dopo dodici giorni di fuga. Gli investigatori, infatti, lo ritenevano mandante e uno degli esecutori del duplice omicidio. I due uomini ( Gaetano Trovato e Domenico Bertollo) sono stati uccisi per aver preteso il saldo di 120.000 euro, somma "dovuta" per dei lavori eseguiti in una delle attività dell'uomo.


Gli indizi non mancano. Salamone avrebbe organizzato l'agguato con l'aiuto di altri e, dopo, si è rifugiato a Biancavilla nella casa di una zia. Quando i carabinieri sono andati ad arrestarlo, ha dichiarato:" Stavo venendo a costituirmi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lentini: arrestato il killer che uccise e bruciò i suoi creditori

CataniaToday è in caricamento