rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Salvi: "La Procura etnea è un limone spremuto ormai al limite"

Salvi ha parlato di una situazione logistica e delle risorse umane "insostenibile", di mancanza di fondi per il lavoro straordinario, di sezioni di polizia giudiziaria che sono "neglette dalle loro amministrazioni e non ricevono alcun supporto organizzativo"

"Il limone che abbiamo spremuto non ha più succo. Siamo in una situazione difficile. L'organico del personale amministrativo della Procura etnea, che noi già riteniamo ampiamente sottostimato di almeno del 20 per cento, non è coperto per una percentuale rilevante (141 su 184). Chi va in pensione non viene sostituito. L'età media è di oltre 54 anni. Abbiamo cercato di sopperire ma siamo al limite". Così il procuratore della Repubblica di Catania Giovanni Salvi ha illustrato il lavoro organizzativo dell'ufficio nel secondo semestre del 2012 e le prospettive per il semestre in corso.

Salvi ha parlato di una situazione logistica e delle risorse umane "insostenibile", di mancanza di fondi per il lavoro straordinario, di sezioni di polizia giudiziaria che sono "neglette dalle loro amministrazioni e non ricevono alcun supporto organizzativo".

Il capo dell'ufficio ha anche affrontato il tema dei locali della Procura, 11 oltre alle due sedi di Piazza Verga e Via Crispi. "Per questo motivo -ha osservato Salvi- si pagano canoni di locazione molto elevati. Da molto tempo siamo spingendo perchè si acquisiscano locali pubblici esistenti in modo che non si possano avere spese aggiuntive per lo Stato verso privati e soluzioni piu' dignitose e funzionali".

Salvi ha comunque osservato che il consuntivo degli aspetti organizzativi della Procura per il 2012 conferma la tendenza positiva già registrata nel primo semestre. Il procuratore ha anche affrontato il tema delle carceri, sottolineando l'interessamento del suo ufficio per il miglioramento delle condizioni dell'istitituto di Piazza Lanza e annunciando l'avvio dei lavori per la realizzazione nell'Ospedale Cannizzaro di un reparto detentivo con otto posti letto, sei maschili e due femminili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvi: "La Procura etnea è un limone spremuto ormai al limite"

CataniaToday è in caricamento