rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca San Berillo

San Berillo, irruzione della polizia in uno stabile abbandonato: un arresto

All'interno dell'appartamento i poliziotti hanno trovato altri 9 africani, tutti del Gambia, 8 dei quali sono risultati regolari

Continuano i controlli in uno dei quartieri più "caldi" di Catania. Un vero e proprio servizio "di bonifica" del quartiere “San Berillo Vecchio” da parte dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico su disposizione del Questore. Gli agenti delle volanti hanno tratto in arresto un extra-comunitario del Mali, resosi responsabile di detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente del tipo hashish nonché evacuato uno stabile dismesso.

Controlli a San Berillo

L'uomo aveva trovato rifugio in un vecchio stabile di San Berillo Vecchio e lì svolgeva la sua attività di spacciatore. Ieri l'irruzione nello stabile abbandonato da parte della Polizia che è entrata nell'abitazione da un balcone, servendosi di un cestello dei vigili del fuoco. Non appena  entrati nell’immobile, con il cane Jagus, gli agenti hanno individuato Diara Ba, 22 anni, del Mali, richiedente asilo, il quale in fondo in una stanza si sbarazzava di una busta, lanciandola in terra tra l’immondizia.

Subito recuperata, all'interno, sono stati trovati 100 grammi di hashish, in parte suddiviso in 80 stecchett , e il maggior quantitativo ancora intero, per un valore al dettaglio pari a 1000 euro. Altri 20 grammi di hashish, ripartiti in stecchette dentro un involucro, venivano trovati dal cane Jagus sopra il tetto di un appartamento attiguo allo stabile. Diara Ba è stato arrestato. All'interno dell'appartamento i poliziotti hanno trovato altri 9 africani, tutti del Gambia, 8 dei quali sono risultati regolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Berillo, irruzione della polizia in uno stabile abbandonato: un arresto

CataniaToday è in caricamento