San Cristoforo, spacciano hashish e rivotril: arrestati due gambiani

Gli agenti hanno trovato e sequestrato mezzo panetto di hashish, 10 compresse di Rivotril e 471 euro

A San Cristoforo la polizia ha arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, due cittadini gambiani: Saikou Ceesay e Mamadou Jaware. Nell’ambito di un controllo effettuato in un’abitazione del popolare quartiere, gli agenti, avendo percepito un intenso odore di marijuana, hanno richiesto l’aiuto della squadra cinofili, con i quali hanno accuratamente perquisito lo stabile. All’interno di una stanza dove si trovavano i due sono stati trovati e sequestrati mezzo panetto di hashish, 10 compresse di Rivotril (psicofarmaco vendibile solo dietro prescrizione medica, che viene sempre più spesso spacciato come droga da strada) e la somma di denaro di 471 euro, nonché vari telefoni cellulari e apparecchiature elettroniche, della cui provenienza i due non hanno saputo fornire alcune giustificazione.

I due gambiani sono stati arrestati e ultimata la stesura degli atti, che prevedeva anche la denuncia in stato di libertà per il reato di ricettazione, su disposizione del Pm di turno, i due sono stati immediatamente liberati. Nel corso dello stesso controllo, sono stati denunciati altri due soggetti extracomunitari. Uno di essi, arrestato domiciliare, è stato trovato al di fuori della sua abitazione e, pertanto, è stato denunciato per il reato di evasione e ricollocato agli arresti domiciliari. L’altro, invece, è stato denunciato per i reati di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e ricettazione: nascosta nella sua stanza, è stata trovata della marijuana e alcuni telefoni cellulari probabilmente rubati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento