San Cristoforo, arrestato per evasione dai domiciliari

Alla vista dei poliziotti, l'uomo avrebbe richiamato l’attenzione di una decina di propri congiunti presenti sul posto

Lo scorso 4 marzo, personale del commissariato San Cristoforo, ha arrestato Branciforte Paolo, di anni 33, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, per evasione dagli arresti domiciliari. Nello specifico, durante l’ispezione della polizia, dopo numerosi e ripetuti squilli di campanello, gli agenti rimanevano sul posto, al fine di fugare ogni dubbio circa l’assenza di Branciforte, reiterando gli squilli ad intervalli di circa dieci minuti per la successiva mezzora.

Nel primo pomeriggio di ieri, il medesimo personale, avendo attinto validi indizi in merito alla presenza dell'uomo nei pressi della propria abitazione, si portava presso la casa, individuando nella via della stessa abitazione la presenza dell'uomo.

Alla vista dei poliziotti, l'uomo avrebbe richiamato l’attenzione di una decina di propri congiunti presenti sul posto, i quali, dopo che il Branciforte era stato fatto salire sull’auto di servizio, circondavano la stessa, tentando di impedire il trasporto del proprio parente presso gli uffici del commissariato di San Cristoforo. Tuttavia, grazie alla ferma determinazione dei poliziotti, si riusciva, dopo attimi di tensione, a far rientrare la manovra di intralcio.

L'uomo è stato in seguito sottoposto all'arresto per inosservanza alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno a cui in atto è sottoposto e, su disposizione del Sost. Proc. della Repubblica Dr.ssa Michela Maresca, è stato deferito, in stato di arresto, con rito direttissimo, per il 09 marzo, presso il Tribunale di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento