Rione San Cristoforo, scoperta "coltivazione" in casa di cannabis: arrestato

Gli agenti di polizia si sono recaie presso un'abitazione in via Costantino per accertare la veridicità di una informazione ricevuta in via confidenziale, relativa alla presenza di una coltivazione domestica di marijuana

foto archivio

Lo scorso sabato 22 febbraio, la polizia ha arrestato A.R. per coltivazione di marijuana. Erano circa le 15 quando gli agenti delle Volanti si sono recati presso un’abitazione in via Costantino, nel rione San Cristoforo, per accertare la veridicità di una informazione ricevuta in via confidenziale, relativa alla presenza di una coltivazione domestica di marijuana.

Non appena giunti dirimpetto all’abitazione segnalata, gli agenti sono stati investiti da un odore intenso, tipico della marijuana. Dopo varie intimazioni affinchè chi si trovava all’interno della casa aprisse subito la porta, senza esitare oltre, gli agenti hanno buttato giù la porta, facendo irruzione nella casa, riscontrando che in una delle stanze, adibita a serra, provvista di  impianto di areazione, lampade e sistema di irrigazione, vi era una coltivazione di “cannabis” con oltre 40 piante invasate ed in fase di avanzata di crescita, tanto da essere tutte già provviste di germogli resinosi.

Nello stesso ambiente, è stato sorpreso dagli agenti A.R. intento a cercare di sbarazzarsi delle piante, sradicandole dai vasi buttandole giù dalla finestra verso un cortiletto interno. In altra stanza, è stata scoperta un'altra serra di minore dimensioni, con altre dieci piante invasate ed in fase di crescita.

Come se non bastasse, gli agenti hanno appurato che il forte dispendio di energia prodotto dalle lampade alogene era interamente a carico del gestore elettrico, posto che l’impianto era collegato direttamente alla rete bypassando il contatore.

L'uomo, con a carico un vecchissimo precedente per furto, veniva pertanto dichiarato in stato di arresto per il reato di coltivazione illegale di “cannabis”, nonché deferito per il reato di furto di energia elettrica, e, su disposizione dell’A.G., tradotto presso la casa circondariale di Piazza Lanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento