San Cristoforo, evade dai domiciliari e fugge per le vie del quartiere: pregiudicato in manette

Guglielmo Ponari, pluripregiudicato 70enne, è un personaggio noto agli investigatori: diventato celebre come fornitore di armi d’ogni genere per le cosche catanesi, ideatore e costruttore delle "penne pistola"

Gli agenti del commissariato San Cristoforo hanno arrestatoil settantenne pluripregiudicato Guglielmo Ponari, per evasione dagli arresti domiciliari, dopo un  rocambolesco inseguimento per le strette vie del quartiere. L’uomo è stato notato a bordo di un ciclomotore nei pressi di piazza Caduti del Mare e prontamente inseguito dai poliziotti l'uomo accortosi di essere inseguito ha tentato a più riprese di far perdere le proprie tracce, incuneandosi ad alta velocità tra le auto incolonnate e i pedoni.

Gli agenti hanno agito con cautela, per evitare che la corsa potesse causare incidenti e così lo hanno raggiunto e arrestato nei pressi della propria abitazione di via Poulet.Guglielmo Ponari è un personaggio ben noto agli investigatori: diventato celebre come fornitore di armi d’ogni genere per le cosche catanesi, armi che il 70enne costruiva clandestinamente e artigianalmente “in casa”, raggiunse maggior “fama” come ideatore e costruttore di singolari "penne-pistola", pericolose e insidiose armi da taschino capaci di sparare un proiettile in grado di uccidere una persona.

Risottoposto agli arresti domiciliari l'uomo nella mattinata di domani sarà giudicato per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento