San Cristoforo, sequestro di armi e droga in uno stabile abbandonato

Sono in corso degli approfondimenti investigativi per cercare di dare un volto al guardiano del deposito e per quale gruppo criminale custodisse armi e droga

I carabinieri del nucleo radiomobile del comando provinciale di Catania la scorsa notte, al termine di una efficace attività info-investigativa, hanno fatto irruzione in uno stabile in stato di abbandono di via Piombai nel cuore di San Cristoforo, “stranamente” protetto da telecamere a circuito chiuso e portone blindato (sfondato grazie all’intervento di una squadra dei vigili del fuoco di Catania).

L’immobile composto da un locale cantinato, pianoterra e primo piano, presentava alcune stanze alle quali erano state murate le porte. I militari con dei picconi hanno divelto le paretine in muratura ed acceduti nei vani, sia al piano terra che al primo piano, hanno rinvenuto e sequestrato: un fucile da caccia cal.16 marca Bernardelli Gardone con la matricola abrasa e 23 cartucce del medesimo calibro; un revolver cal.45 marca Mark Patent Webley con la matricola abrasa e 52 cartucce del medesimo calibro; una pistola cal.6 starter marca Derringer priva di matricola; due cilindri metallici contenenti rispettivamente dei pallini in piombo e della polvere da sparo utilizzati per ricaricare le cartucce cal. 16; due buste in cellophane ed un contenitore in vetro contenenti oltre 1,5 Kg di marijuana, del materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare la droga da porre in vendita nonché l’impianto di video sorveglianza posto a protezione del sito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le armi nei prossimi giorni saranno inviate al Ris di Messina per gli opportuni esami tecnico balistici che ne potrebbero stabilire, oltre alla provenienza, l’eventuale utilizzo in passati episodi criminosi. Sono in corso degli approfondimenti investigativi per cercare di dare un volto al guardiano del deposito e per quale gruppo criminale custodisse armi e droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento