San Cristoforo, una donna mauriziana bruciata viva in casa

Una donna mauriziana è morta per ustioni riportare sul 75 per cento del corpo. La vittima litigava spesso con il compagno, suo connazionale

Una donna di 32 anni, mauriziana, è morta per ustioni a San Cristoforo. Il caso è ancora giallo. La donna, Viswanee Booneadi, viveva in una mansarda di via Reitano con il compagno, suo connazionale.

Forse una lite tra i due, avvenuta la sera di sabato, ha scatenato l'ira dell'uomo. La cucina della mansarda, infatti, è stata invasa dalle fiamme e, accorsi i vigili del fuoco, hanno constatato che non si trattava di un banale incidente domestico, bensì di un omicidio in quanto, nella cucina, era visibile una bottiglia di alco etilico di cui erano inzuppati gli abiti della donna. 

Per le ustioni gravi riportate, sul 75 per cento del corpo, la donna è morta poco dopo il ricovero in ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento