San Cristoforo, vendita di agrumi rubati: dietro il bancone due minori

Nel quartiere di San Cristoforo, in via Della Concordia angolo via Alogna, sono stati indagati  2 pregiudicati in quanto responsabili di avere allestito sulla pubblica via una rivendita di agrumi

Nel quartiere di San Cristoforo, in via Della Concordia angolo via Alogna, sono stati indagati  2 pregiudicati in quanto responsabili di avere allestito sulla pubblica via una rivendita di agrumi con merce pari a 300 chili circa rendendo, di fatto, non fruibile l’intero marciapiede agli utenti.

Presenti anche 2 minori di anni 10, senza i genitori, in atteggiamento lavorativo: stavano dietro il bancone e non solo. I titolari di detta attività commerciale abusiva, sono stati indagati per i reati di invasione di terreni pubblici e incauto acquisto di cose di provenienza verosimilmente furtiva e ciò in quanto hanno riferito che la merce gli era stata regalata da un soggetto non identificato e, nella circostanza, non hanno esibito alcuna ricevuta fiscale e le arance risultavano con il gambo strappato tipico dei furti nei terreni. 

In relazione alla presenza dei minori, gli stessi sono stati accompagnati presso l’abitazione affidandoli ai genitori uno dei quali sottoposto alla misura degli arresti domiciliari e, nella circostanza, sono stati invitati a prestare maggiore cura e attenzione agli obblighi derivanti dalla potestà genitoriale. 

In ultimo, i poliziotti si sono recati presso un Istituto scolastico secondario di primo grado ed è stato accertato che diversi bambini, iscritti in prima media, di fatto, hanno interrotto gli studi e, per tale motivo, già due genitori sono stati indagati in stato di libertà per inosservanza dell’obbligo d’istruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento