Cronaca Librino

Sopralluogo a San Giorgio, rischio frana per le case del viale Biagio Pecorino

Le famiglie vivono ormai da anni con l'incubo che la collina sotto la quale sorgono le proprie abitazioni possa crollare da un momento all'altro. Un rischio non escluso nel corso del sopralluogo fortemente voluto dal consiglio della sesta municipalità, presieduto dal presidente Lorenzo Leone

Situazione critica in Viale Biagio Pecorino 14, a San Giorgio. Qui le famiglie convivono da anni con la paura. Motivo? La collina dove sorgono le abitazioni rischia di franare da un momento all'altro, soprattutto in presenza di forti piogge. Un fattore di potenziale instabilità per le case, costruite e posizionate proprio a ridosso di un'altura. Il continuo sgretolarsi del terreno e la caduta di piccole pietre, confermano come il sito sul quale sorgono le abitazioni sia soggetto a continua erosione.

Il consiglio della sesta municiapalità, convocato dal presidente Lorenzo Leone, ha deciso di effettuare un sopralluogo alla presenza dell'assessore Luigi Bosco, in rappresentanza dell'amministrazione.  "La situazione di emergenza per le famiglie del viale Biagio Pecorino - dichiara Leone - esige una risposta da parte nostra. Il nostro intervento è volto a preservare l'incolumità e la sicurezza dei residenti"

Sono gli stessi residenti a denunciare con forza la propria situazione, rivendicando a gran voce un progetto, che stando alle loro parole non è mai completato in passato dal comune etneo: "La strada di accesso alle nostre abitazioni non è stata mai costruita e oggi siamo costretti a percorrere la sabbia e la creta per raggiungere le nostre dimore".  Il triste scenario naturale mette in evidenza un problema presente in una zona come Librino- San Giorgio, dove la natura del terreno, in passato caratterizzato dalla sola campagna, si trova ad ospitare costruzioni edilizie spesso "selvagge".

Potrebbero essere tante le soluzioni per preservare l'incolumità del viale Biagio Pecorino 14 e la sicurezza delle case, dalla realizzazione di un muro di contenimento, alla costruzione di un apposito sistema di ancoraggio. L'assessore Bosco, dopo un attento sopralluogo, non esclude alcuna ipotesi, ma precisa: "Dopo aver visionato il problema dall'interno delle abitazioni, con una prospettiva dall'alto, il problema si ridimensiona un poco, ma il problema non possiamo negare che esiste. Per questo ho già dato disposizione ad un geologo e ai tecnici per stabilire quale tipo di intervento attuare al più presto"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sopralluogo a San Giorgio, rischio frana per le case del viale Biagio Pecorino

CataniaToday è in caricamento