San Giovanni Galermo senza acqua: "Condutture vecchie da sostituire"

Dal centro del quartiere fino alle zone periferiche questo disservizio non risparmia nessuno. "Le ditte responsabili stanno facendo del loro meglio per risolvere ma la verità è che qui le condutture sono molto vecchie", spiega il consigliere comunale Catalano

A San Giovanni Galermo, da settimane, non c'è acqua. Dal centro del quartiere fino alle zone periferiche questo disservizio non risparmia nessuno. "Le ditte responsabili stanno facendo del loro meglio per risolvere il problema ma la verità è che San Giovanni Galermo deve convivere con condutture molto vecchie e che, in gran parte, andrebbero sostituite con un nuovo impianto", spiega il consigliere comunale Giuseppe Catalano che chiede urgentemente un tavolo tecnico, con amministrazione comunale e gli altri soggetti interessati, per cercare di risolvere la questione una volta per tutte.

Per anni il quartiere ha avuto il problema inverso: tubature che saltavano e litri d’acqua che andavano persi per sempre. Oggi, invece, molte strade sono all’asciutto oppure hanno il servizio idrico garantito in modo estremamente discontinuo. Con l’afa estiva la situazione non fa che peggiorare perché il sistema non riesce a soddisfare l’enorme richiesta. Ad essere penalizzati maggiormente sono soprattutto gli anziani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In attesa che l’impianto riprenda il normale funzionamento, bisogna fare di necessità virtù cercando di arrangiarsi alla meno peggio con le fontanelle presenti nel territorio. Secchi e bacinelle per prendere l’acqua necessaria a cucinare, pulire casa e curare la propria igiene personale. Ripeto, la ditta responsabile del servizio sta cercando di risolvere il problema ma oggi manca un piano di pronto intervento che possa rispondere alle necessità più immediate dei sangiovannesi", conclude Catalano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento