San Giovanni Galermo ancora allagato: il Sindaco intervenga

Il consigliere comunale Giuseppe Catalano, insieme al vice presidente della IV municipalità Giuseppe Zingale, chiede urgentemente al sindaco di Catania, Enzo Bianco, di farsi promotore di quel piano di interventi definitivo

via acquario-via macello- via maestri lavoro- via barriera allagate

I forti temporali di questi ultimi giorni non danno tregua alle periferie cittadine. Il consigliere comunale Giuseppe Catalano, insieme al vice presidente della IV municipalità Giuseppe Zingale, chiede urgentemente al sindaco di Catania, Enzo Bianco, di farsi promotore di quel piano di interventi definitivo che consenta al quartiere di San Giovanni Galermo di non finire letteralmente sott’acqua durante le piogge torrenziali.

VIDEO - VIA ETNEA COME UN FIUME

“Via Luisella, via Fasano, via Barriera, via Macello, via Acquario, via Villa Flaminia, via San Pietro Clarenza, via Girolamo Gravina- dichiara Catalano- sono solo alcune delle arterie impraticabili oggi con le macchine che devono passare da una corsia all’altra per evitare di finire in panne, con i pedoni costretti a bagni indesiderati ogni volta che una vettura gli passa accanto e con marciapiedi completamente inghiottiti dall’acqua. Il tratto finale di via Maestri del Lavoro è diventato perfino un lago artificiale”.

VIDEO- L'IRONIA DEL WEB

In questi due giorni le segnalazioni ai vigili del fuoco e alla polizia municipale sono state tante. A destare preoccupazione tra i sangiovannesi ci sono pure i vecchi edifici. Tra infiltrazioni ed umidità, infatti, il rischio è che dalle facciate vengano giù intonaci e calcinacci finendo poi in strada.

“A questo va aggiunto il nodo legato alle tante caditoie rubate ed ai chiusini otturati- sottolinea il vice presidente della IV municipalità Giuseppe Zingale-. Tutte questioni che trasformano San Giovanni Galermo in una specie di Venezia del Sud con tanti problemi e poche risposte. Bisogna studiare tutte le soluzioni più efficaci per fare in modo che non si verifichino più allagamenti nelle nostre strade. Proposte che vanno incentrate su un territorio dotato finalmente di un sistema di condutture sotterranee degno di questo nome. A San Giovanni Galermo e nel quartiere di Cibali, io e il consigliere municipale Santo Arena abbiamo più volte richiesto lavori e opere indispensabili per ottenere un impianto che possa smaltire le piogge torrenziali. Ancora oggi, nei nostri quartieri, si sente la necessità di verificare l’efficienza di tombini e chiusini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento