San Giovanni Galermo, Zingale:"Necessario collegare il parcheggio scambiatore con la metro"

Il vice presidente della quarta circoscrizione chiede che venga riqualificato il manto stradale e creare un collegamento tra il parcheggio scambiatore di largo Abbeveratoio e la fermata della metropolitana a San Nullo

Riqualificare il manto stradale del parcheggio scambiatore di San Giovanni Galermo e creare un collegamento continuo tra l’impianto, a pochi passi dal cimitero, e la fermata della metropolitana di San Nullo. Queste le richieste che gli abitanti della parte nord della IV municipalità hanno fatto a Giuseppe Zingale, vice presidente della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”.

"Proposte e suggerimenti che ho già personalmente segnalato al Sindaco Bianco,- afferma Zingale - sempre attento a questo genere di problematiche. Il nostro territorio, infatti, è caratterizzato da una forte componente di pendolari che, dalla parte nord della municipalità e dai paesi dell’hinterland etneo, si muovono per raggiungere il centro cittadino. Creare una linea diretta tra il parcheggio scambiatore di largo Abbeveratoio e la fermata della metropolitana di San Nullo vorrebbe dire meno macchine sulle nostre strade, meno code e sopratutto una viabilità più fluida e sicura. Ovviamente, accanto a questo progetto, serve un piano di interventi di manutenzione straordinaria che riguardi l’intero parcheggio. Da anni, ormai, il sito versa in condizioni disastrose pieno di buche ed avvallamenti che mettono in serio pericolo l’incolumità delle persone. Eppure l’impianto ogni giorno è usato da centinaia di pendolari. Riqualificarlo vorrebbe dire utilizzare appieno la struttura e limitare enormemente il numero di macchine che ogni giorno invadono le strade di San Giovanni Galermo. Arterie troppo strette e che non riescono ad assorbire una mole di traffico tanto grande" 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La conseguenza inevitabile è che la viabilità va letteralmente in tilt durante le ore di punta. Oltre al manto stradale, però, il parcheggio necessità di un nuovo sistema di pubblica illuminazione ( visto che i cavi di rame dei lampioni sono stati rubati dai ladri), la bonifica dai rifiuti e la pulizia dalle sterpaglie. Accanto a questo occorre la messa in sicurezza dei passaggi pedonali -conclude il vice presidente della quarta circoscrizione.  e il potenziamento della segnaletica stradale orizzontale e verticale in tutta l’area. Da qui la richiesta a Palazzo degli Elefanti per uno sforzo maggiore che coinvolgerebbe l’Amt con un notevole aumento di utenti nei suoi mezzi anche in vista dell’acquisto dei nuovi mezzi previsto con il nuovo anno".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Catania usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento