Cronaca

Degrado a San Giovanni Galermo: criminalità, rifiuti e opere incompiute

"Che fine ha fatto il 'progetto nord-ovesti? Un piano di intervento finito tristemente nel dimenticatoio con la conseguenza che il quartiere si spopola perché la gente preferisce andare a vivere nei paesi dell'hinterland etneo" afferma il consigliere Catalano

Un quartiere in emergenza costante, in mano ai delinquenti ed agli incivili che distruggono, imbrattano, danneggiano e rendono San Giovanni Galermo un luogo invivibile." In qualità di presidente dell’ex V municipalità, prima, e di consigliere comunale - afferma Giuseppe Catalano - ho sempre chiesto a tutte le amministrazione che si sono succedute negli ultimi anni di portare avanti interventi strutturali e opere necessarie per rendere San Giovanni Galermo più vivibile e sicuro. Peccato che finora nessuno ha compreso pienamente l’emergenza sociale che si vive nella parte nord di Catania. San Giovanni Galermo ha un parcheggio scambiatore in pessime condizioni, è invasa dalle discariche abusive, non ha un sistema di caditoie degno di questo nome, i suoi negozi subiscono continuamente furti e rapine, i cassonetti sono dati alle fiamme con la conseguenza che i residenti sono costretti a chiedere l’intervento di polizia e vigili del fuoco".

"Fino a quando si potrà andare avanti con questo andazzo? In questo contesto diventa fondamentale pure far partire le opere primarie necessarie a cambiare il volto del territorio. Che fine ha fatto il 'progetto nord-ovest? Un piano di intervento finito tristemente nel dimenticatoio - conclude il consigliere comunale - con la conseguenza che il quartiere si spopola perché la gente preferisce andare a vivere nei paesi dell’hinterland etneo dove la qualità della vita è di gran lunga migliore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado a San Giovanni Galermo: criminalità, rifiuti e opere incompiute

CataniaToday è in caricamento