San Giovanni Galermo, mancano spazi verdi per bambini ed anziani

Zingale: "La bambinopoli di via Don Minzoni da sola non basta, occorre uno sforzo maggiore da parte delle istituzioni competenti perché i sangiovannesi hanno bisogno di altre zone pedonali"

Una San Giovanni Galermo più a misura d’uomo con spazi verdi pensati apposta per bambini ed anziani. Le continue segnalazioni e proteste dei cittadini hanno reso quanto mai attuale il problema legato alla carenza di strutture aggregative nella parte nord di Catania. Giuseppe Zingale, vice presidente della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”, insieme al consigliere Cavallaro, si è attivato in tutti i modi affinchè nel territorio venisse realizzato un parco degno di questo nome.

"Da anni, ci battiamo affinchè questo territorio diventi una specie di città giardino. La bambinopoli di via Don Minzoni da sola non basta, occorre uno sforzo maggiore da parte delle istituzioni competenti perché i sangiovannesi hanno bisogno di altre zone pedonali dove poter fare una passeggiata, andare in bici oppure giocare a calcio. Gli impianti dedicati ai più piccoli potrebbero nascere in via Marcellino, in via Orione e in via Villa Flaminia. Spazi che, ancora oggi, devono fare i conti con l’edilizia selvaggia che ha caratterizzato la circoscrizione a partire dagli anni ’70 e che ha raggiunto il suo boom dieci anni dopo. Migliaia di abitazioni abusive, sanate nel tempo, che non hanno lasciato spazio ai servizi ed ora il conto presentato alle famiglie sangiovannesi diventa salato: oggi questo luogo è forse l’unico quartiere catanese a non avere giardini pubblici. Una carenza che si sente soprattutto nel periodo estivo quando le scuole chiudono. Centinaia di ragazzini restano così senza centri attrezzati per l’aggregazione sociale. In passato si parlava del progetto “Parco Flaminio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un impianto, nei pressi dell’omonima via, con un percorso storico-naturalistico sul modello già presente al “Gioeni”. Una vasta area attrezzate che andrebbe a sostituire la discarica abusiva presente: una piaga con cui il quartiere deve convivere quotidianamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento