Cronaca via Allegria

San Giovanni Galermo, Nauta: "Via Allegria è sommersa dai rifiuti"

A denunciarlo è il consigliere della quarta circoscrizione Francesco Nauta che chiede l'immediata bonifica della strada e l'eliminazione dei cassonetti

"Quella che si vede nella foto non è una strada secondaria o una strada di campagna lontana dagli occhi di tutti, oppure una zona disabitata o periferica, quella che si vede, è, una delle arterie principali che collega i paesi etnei al territorio di San Giovanni Galermo, cioè parliamo di via Allegria. Purtroppo, questa storia va avanti da alcuni anni, da quando i paesi etnei, iniziarono a fare la raccolta differenziata porta a porta, riversando i propri rifiuti nei primi cassonetti trovati, cioè nel territorio di San Giovanni Galermo, dove ancora non è stata attivata la raccolta differenziata". Con queste parole il consigliere della quarta circoscrizione Francesco Nauta denuncia una vera e propria discarica abusiva di rifiuti presente in una delle strade principali del quartiere. Lungo la carreggiata viene gettato di tutto e il rischio incendi è sempre dietro l'angolo.

"Non è la prima volta che denuncio il problema - continua Nauta - sollecitando le autorità competenti. Ho presentato mozioni, fatto segnalazioni, sedute itineranti, appelli, dando ovviamente anche alcune soluzioni come il controllo da parte della polizia Ambientale, oppure ultimamente con una mozione ho sollecitato l'installazione di telecamere, per individuare i trasgressori ma ad oggi purtroppo nessuno intervento è stato effettuato. La situazione è andata fuori controllo, basti pensare che in qualsiasi momento una cicca di sigarette potrebbe fare andare tutto a fuoco, cosa che già in passato è avvenuta, creando pericolo per l'incolumità pubblica, perché questa mega batteria di raccolta si trova di fronte a tante abitazioni Da quando è stata tolta un'altra batteria all'inizio di via Allegria ed è stata rinforzata questa ai confini con via Macello, creando una vera e propria discarica al centro della strada, dove, chiunque, si permette in qualunque ora del giorno, di buttare qualsiasi tipo di rifiuto e materiale ingombrante o meno".

"L'unica soluzione che rimane è bonificare la zona - dichiara il consigliere - e togliere nell'immediato tutti i cassonetti. Sembra assurdo che nel 2018, in una strada principale ad alta intensità di traffico, proprio centro in mezzo alla strada, nonché a ridosso delle abitazioni, le persone debbano sopportare odori nauseabondi, venendo a mancare le norme igienico sanitarie, con il rischio anche di contrarre malattie infettive vista la gravità della situazione".

"Gli abitanti della zona che pagano regolarmente le tasse, - conclude Nauta - hanno perso fiducia nelle autorità competenti, in particolare nell'amministrazione che non si adopera per intervenire nella risoluzione definitiva del problema, ed è per questo che come portavoce dei miei concittadini, faccio un ultimo appello, al Sindaco e dell'assessore competente, chiedendo l'intervento immediato di bonifica dell'area ed eliminazione della batteria di raccolta".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni Galermo, Nauta: "Via Allegria è sommersa dai rifiuti"

CataniaToday è in caricamento