San Giovanni Galermo, spacciavano cocaina lanciandola dal balcone

La polizia ha arrestato i pregiudicati Stefano Lanzafame 32enne e Alfredo Mantia 56enne: entrambi ritenuti responsabili, in concorso tra loro, del reato di spaccio di cocaina

Nei giorni scorsi, la polizia ha arrestato Stefano Lanzafame 32enne, pregiudicato e Alfredo Mantia 56enne, anch’egli pregiudicato; entrambi ritenuti responsabili, in concorso tra loro, del reato di spaccio di cocaina. Nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere San Giovanni Galermo, nel pomeriggio del 28 gennaio scorso, personale della squadra mobile - sezione “antidroga” ha predisposto, sin dalle prime ore del pomeriggio, un mirato servizio di osservazione in via Ustica, storicamente una delle principali “piazze di spaccio” del quartiere popolare.

Durante l’attività, i poliziotti hanno notato Mantia intento a lanciare dosi di cocaina dal balcone di una palazzina di via Ustica in direzione di Lanzafame il quale, operando invece come pusher su strada, una volta ricevute le dosi di cocaina dal complice al balcone, le consegnava a svariati acquirenti, ricevendo in cambio varie somme di denaro.

Gli agenti hanno fermato prima Lanzafame, colto subito dopo aver ceduto ad un acquirente l’ennesima dose di cocaina lanciata da Mantia. Dopo, i poliziotti, hanno fatto irruzione nell’abitazione da cui Alfredo Mantia lanciava le dosi di sostanza stupefacente. Al momento dell’irruzione nell’abitazione, Alfredo Mantia è stato sorpreso mentre, nel tentativo di disfarsi della sostanza stupefacente, lanciava dal balcone un contenitore in plastica, che veniva però subito recuperato dai poliziotti della Narcotici appositamente piazzati sotto il balcone. Al termine dell’attività sono stati rinvenuti e sequestrati a carico degli arrestati 5 dosi di cocaina e la somma in contanti 370 euro in banconote di vario taglio, oltre a materiale di confezionamento della sostanza stupefacente.

Condotti negli uffici della squadra mobile, Mantia e Lanzafame sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento