Cronaca San Giovanni la Punta / Via degli Ulivi

San Giovanni la Punta: trovati 800 ordigni bellici inesplosi in due anni

Giovedì sono stati rinvenuti 91 ordigni inesplosi risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Il ritrovamento delle bombe è avvenuto in via degli Ulivi, strada che collega via Deodato con via Ravanusa

Quasi 800 sono gli ordigni bellici trovati nel giro di due anni nel territorio di San Giovanni La Punta. Ieri, infatti, sono stati rinvenuti altri 91 ordigni inesplosi risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Il ritrovamento delle bombe è avvenuto in via degli Ulivi, strada che collega via Deodato con via Ravanusa.

Già da due anni l’intera zona è sottoposta a costanti controlli da parte delle forze dell’ordine, poiché, come anticipato prima in quell’area sono stati trovati altri 700 residui bellici tra cui proiettili della lunghezza di 25 cm, pallottole d’artiglieria da 88mm e granate.

Secondo gli storici, il sito di San Giovanni La Punta nel periodo bellico era stato destinato dai tedeschi a ubicazione di una caserma con annesso deposito di ordigni esplosivi.

All’arrivo degli americani, i soldati fuggirono velocemente abbandonando le armi e le munizioni.  La zona, a partire da lunedì 19 dicembre fino a venerdì 23 dicembre, verrà bonificata dagli artificieri del IV Reggimento Genio Guastatori di Palermo coadiuvati dai Carabinieri della locale stazione e dagli agenti della polizia municipale puntese.

Nessun pericolo per gli abitanti della zona – rassicurano gli addetti ai lavori – ma durante la bonifica si verificherà ulteriormente la messa in sicurezza della zona e di tutti i residenti delle abitazioni limitrofe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni la Punta: trovati 800 ordigni bellici inesplosi in due anni

CataniaToday è in caricamento