Cronaca

San Giovanni li Cuti, premiato con l'elefantino d'argento Antonio Arrigo

Il Sindaco ha deciso di premiarlo per l'impegno e la dedizione con cui ha ripulito la spiaggetta nera

"Il suo è stato un gesto positivo capace di produrne molti altri". Con queste parole il sindaco di Catania Enzo Bianco ha ringraziato Antonio Arrigo, 67 anni, pensionato, che dall'estate scorsa ripulisce e cura l'arenile nero di San Giovanni Li Cuti, e gli ha consegnato l'elefantino d'argento "anche a nome di tutti coloro i quali, ogni giorno, si impegnano per la nostra città". "Prima - ha raccontato Bianco - nella spiaggetta c'era chi gettava cicche, cartacce e altra spazzatura. Ma l'esempio di Antonio Arrigo è stato importante: da quando viene tenuta pulita da lui, tutti hanno un comportamento più rispettoso. Ecco perché il suo gesto ha un grande valore e io lo cito a esempio come cittadino virtuoso del 2016.

Una persona normale, perbene, che, adesso in pensione, ha adottato un pezzo di spiaggia: se ogni nostro concittadino, se ognuno di noi facesse così, Catania sarebbe la città più bella del mondo". "Sono legato affettivamente a questa spiaggia - ha detto Arrigo - perché qui ho passato la mia giovinezza e vorrei vederla tornare com'era prima. Quello che ho fatto l'ho fatto per me stesso, perché qui sono cresciuto. E vedere l'arenile in quelle condizioni mi creava malessere. Adesso che sono in pensione, dopo aver fatto il bagnino per anni, trascorro qui gran parte della mia giornata. Ripulisco la spiaggia, metto delle piantine. Quest'idea è piaciuta a me, è piaciuta ai tanti che frequentano questo posto, è piaciuta alla città. E siamo tutti contenti".

"Proprio su queste cose - ha sottolineato il Sindaco - si gioca una partita decisiva per Catania. Il Comune ovviamente deve tenere pulita la città, comprese le spiagge, ma nessuna Amministrazione del mondo, neanche la più efficiente ce la fa se non c'è l'aiuto da parte dei cittadini. Figuriamoci se poi si sporca o si vandalizza. Antonio Arrigo con il suo esempio, il suo spirito positivo, ha contagiato i suoi concittadini. E non solo si è dato da fare per tenerla pulita, questa spiaggia, ma ha anche studiato come renderla migliore e mi ha fatto una serie di proposte. Ho subito dato incarico agli uffici di studiare la fattibilità per aprire un varco a mare spostando qualche masso e allargare ancora un po' la spiaggia per potere accogliere non più cento persone ma cinquecento".

Il sindaco Bianco ha poi visitato nel porticciolo di San Giovanni Li Cuti il Presepe subacqueo approntato come ormai da diversi anni accade dall'Associazione Pesca e Mare e Asd Katane Diving Club.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni li Cuti, premiato con l'elefantino d'argento Antonio Arrigo

CataniaToday è in caricamento