San Gregorio di Catania: villa adibita a sala da gioco clandestina

Una villa isolata a San Gregorio di Catania era stata allestita in una sala da gioco clandestina con decine di slot-machine e video-poker. Il sistema di videosorveglianza permetteva l'ingresso solo ai giocatori

Nella nottata di ieri, il personale della Squadra Mobile - Sezione Criminalità Organizzata - Nucleo Interprovinciale di Polizia dei Giochi e delle Scommesse, nell’ambito di mirati servizi finalizzati a frenare il dilagante fenomeno del gioco d’azzardo, ha fatto irruzione in una villa isolata nel territorio di San Gregorio di Catania dove era stata allestita una sala da gioco con decine di slot-machine e video-poker.

La casa era protetta con un sistema di video-sorveglianza al fine di consentire l’accesso esclusivamente a giocatori conosciuti dai gestori.

Durante l’operazione, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Catania per concorso in esercizio di gioco d’azzardo T.S. di anni 50 (inquilino dell’immobile), C.M. di anni 25, N.M. di anni 27, la cittadina rumena S.G. di anni 27, gestori della sala giochi e tutti presenti al momento del controllo.

Nella circostanza si è proceduto al sequestro della villa e delle apparecchiature da gioco illegale, in particolare 13 video poker, 11 slot-machine con relativa scheda, materiale informatico e la somma di euro 3.275, ritenuta l'incasso giornaliero della sala giochi clandestina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento