Studenti Erasmus visitano la riserva naturale di San Gregorio

Nel "“Complesso Immacolatelle e Micio Conti” hanno ammirato gli aspetti geologici e botanici del territorio etneo

Sono rimasti affascinati dagli aspetti geologici e botanici del territorio etneo e in particolar modo della Riserva naturale integrale “Complesso Immacolatelle e Micio Conti” di San Gregorio che stamattina hanno ammirato grazie alla visita guuidata organizzata nell’ambito del secondo meeting del progetto Erasmus+ “Hearth@Healthy.Life”. Per gli studenti degli istituti "Keskustan Alakoulu" della Finlandia, "Primary school Palaifytoy" della Grecia, "Zespol Szkol n.3" della Polonia e "CEIP Los Califas" della Spagna – ospiti dell’Istituto comprensivo statale “San Domenico Savio” di San Gregorio nell’ambito del progetto Erasmus+ - un’esperienza unica grazie alla visita guidata organizzata dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania, ente gestore dell’area protetta.

In riserva gli studenti hanno potuto ammirare - guidati dal geologo Giovanni Sturiale, direttore dell’area protetta, e dall’esperto Sergio Aleo del Cutgana - la grotta di natura lavica Micio Conti e in particolare le interessanti morfologie che si sono formate nel tempo col passaggio della lava come le striature sulla parete e le stalattiti di rifusione. Grazie all’ornitologo Renzo Ientile e a Emilia Musumeci, responsabile del progetto ScuolAmbiente, del Cutgana, invece, gli studenti hanno approfondito, lungo il percorso naturalistico presente nella riserva, il paesaggio agrario costeggiato da lembi di vegetazione boschiva, ormai una vera rarità per il comprensorio etneo, e l’avifauna dell’area protetta. Il progetto Erasmus+, coordinato dai docenti Corrado Mambelli e Santa Tricomi, è finalizzato allo sviluppo di attività che mirano alla valorizzazione del benessere in tutti gli aspetti della vita per favorire l'apprendimento e la condivisione delle stesse con gli studenti dei paesi partner. Alfio Russo – Cutgana, Università di Catania

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento